IN NAZIONALE

Dopo aver collezionato alcune presenze nell'Under 19 Tommasi esordisce il 20 dicembre 1994 nella rappresentativa Under 21, con la quale gioca 7 partite fra il 1994 ed il 1996. In quell'anno gioca anche le tre partite della nazionale olimpica ad Atlanta. Il 18 novembre 1998 esordisce con la Nazionale A nella partita pareggiata 2-2 contro la Spagna, convocato dall'allora CT Dino Zoff. Dal 2001, con l'arrivo di Trapattoni, si completa la sua maturazione calcistica e inizia a essere uno dei punti fermi della formazione, gioca tutte le partite del Campionato mondiale di calcio 2002, risultando uno tra i migliori azzurri. Durante la partita giocata contro la Corea del sud gli viene annullato un gol per fuorigioco molto dubbio - poi contestato dagli azzurri- che avrebbe consentito il passaggio ai quarti di finale, essendo stato siglato nei tempi supplementari, quando vigeva la regola del golden gol. Timbra la sua ultima presenza nell'amichevole contro la Romania, il 15 novembre 2003, a quasi cinque anni (esatti) dall'esordio. Con la maglia azzurra colleziona in totale 28 presenze, segnando 1 gol (il 5 settembre 2001 nella partita vinta 1-0 contro il Marocco).

Dal 9 maggio 2011 Damiano Tommasi è presidente dell'Associazione Italiana Calciatori, succedendo allo storico fondatore Sergio Campana.

 

 

 

Nasce a Negrar, in provincia di Verona. Terzo di cinque figli, Damiano inizia a giocare a calcio nel 1985. Dopo un paio d'anni con la squadra del suo paese, nel 1990 approda alle giovanili del Verona, col quale esordisce in Serie B nella stagione 1993-1994.

 

Nel 1996 si sposa con Chiara. Successivamente gioca e vince gli Europei Under 21, disputa le Olimpiadi di Atlanta, vince il Campionato cadetto, fa il suo esordio in Serie A (7 settembre contro il Piacenza) e riceve la sua prima convocazione in azzurro.

 

Nel giugno 1996 passa alla Roma, dove gioca per più di dieci anni e, nella stagione 2000-2001 è titolare della formazione campione d'Italia. In quell'anno (infatti) Tommasi si impone ad altissimi livelli(,) e si guadagna il posto da titolare in nazionale nel mondiale nippo-coreano.

 

Nell'estate del 2004, in seguito ad uno scontro con Gerry Taggart, subisce un gravissimo infortunio nell'amichevole di precampionato Roma-Stoke City del 22 luglio. Il ritorno all'attività agonistica è particolarmente difficoltoso, tanto che deve rimanere fermo per più di una stagione. In seguito, per riconoscenza nei confronti della società giallorossa, che lo ha premurosamente assistito durante l'infortunio e aspettato fino alla completa guarigione, firma un contratto di un anno al minimo sindacale (1.500€ al mese), tornando a giocare il 30 ottobre 2005 e indossando anche la fascia di capitano in diverse partite nel corso della stagione.

 

 

 

 

Nel luglio 2006 firma un biennale con gli spagnoli del Levante, nella Liga spagnola, divenendo un punto fermo per la sua squadra. Al termine del contratto lascia la Spagna in cerca di un nuovo ingaggio.

 

Il 10 settembre 2008 firma un contratto annuale con i Queens Park Rangers, società di proprietà di Bernie Ecclestone e Flavio Briatore. Debutta il 28 ottobre 2008, ma il 9 gennaio 2009 interrompe il legame professionale con il club inglese, ufficialmente perché non rientra più nei piani tecnici e societari.

 

Nel gennaio 2009 Tommasi riceve un’offerta da parte del Tianjin Teda, squadra militante nel campionato cinese. Questa esperienza sollecita molto l'interesse del giocatore. La presentazione ufficiale si svolge il 12 febbraio 2009. Il 31 ottobre, al termine della stagione nella quale colleziona anche 2 reti (una in campionato e una nella Champions Asiatica), Tommasi annuncia il proprio definitivo addio al calcio professionistico e fa ritorno a Verona. Damiano Tommasi è stato il primo italiano a giocare nel campionato professionistico cinese.

 Tornato in Italia dopo la parentesi cinese, Tommasi dimostra di non voler abbandonare il calcio giocato, anche se non da professionista: il 13 dicembre 2009 debutta infatti (segnando anche un gol) nella squadra di Terza Categoria Sant'Anna d'Alfaedo, compagine dilettantistica dell’omonimo paesino in provincia di Verona. Nella stessa squadra giocano anche i suoi tre fratelli.

 

Room 3707 - Building A

Phoenix City - Shuguangxili A5

Chaoyang  District

100028 - Beijing

Telephone: 0086-010-84406572  info@tpschina.cn